Elaborare le foto dopo averle scattate Elaborare le foto dopo averle scattate

Per creare una bella foto sono necessari diversi passaggi: la preparazione, la scelta della composizione, le impostazioni della fotocamera, l’esecuzione dello scatto e, ultimo ma non meno importante, l’elaborazione finale.

Quando si fotografa usando la pellicola, questo ultimo passaggio viene svolto in camera oscura e comprende lo sviluppo del negativo e la stampa della foto su carta. Sebbene siano pochi i fotografi che intervengono in queste ultime fasi di persona nella propria camera oscura, e che la maggior parte di rullini vengano inviati a un laboratorio, qui le foto subiscono delle modifiche mirate a migliorarne l’aspetto, sia durante lo sviluppo del negativo sia, e soprattutto, durante le fasi della stampa.

Nella fotografia digitale non è cambiato molto: la foto scattata viene elaborata dal processore della fotocamera, se si scatta in JPEG, oppure deve essere convertita dal fotografo, se scatta in RAW. Anche in questo caso vengono apportate modifiche significative all’immagine registrata dal sensore; modifiche mirate a valorizzare ciò che si è ripreso e, grazie alla tecnologia digitale, a correggere eventuali errori. Quindi, premesso che è sempre fondamentale impegnarsi per ottenere la migliore foto possibile al momento dello scatto, il passaggio successivo, elaborare le foto, ha un’importanza che è sbagliato sottovalutare.

Se scegli il formato JPEG, l’elaborazione viene fatta a livello di fotocamera e per questo motivo sarebbe consigliabile non metterci mano un’altra volta. Sebbene possa sembrare un controsenso, solo i fotografi più esperti dovrebbero lavorare in JPEG, essendo in grado di realizzare foto perfette anche appena uscite dalla fotocamera.

Le foto scattate con il formato RAW vengono elaborate minimamente a livello del processore e soprattutto non ne viene eliminata alcuna informazione. Avrai così un file più pesante che, se da una parte riempirà più in fretta la scheda di memoria, dall’altra potrà sopportare un’elaborazione più pesante senza che la qualità immagine si deteriori. Potrai così intervenire anche per correggere con successo eventuali errori di esposizione o di riproduzione dei colori. In definitiva, per i fotografi meno esperti, lavorare in RAW è una specie di salvagente a cui aggrapparsi quando commettono errori al momento dello scatto.

 

Software per elaborare le foto

Adobe Photoshop è senza dubbio il più completo programma per l’elaborazione delle immagini fotografiche. Grazie alle sue numerose funzioni, oltre a sviluppare le foto potrai anche modificarle in modo sostanziale, unendo due o più scatti per ottenere esposizioni corrette anche in situazioni fotograficamente ingestibili (scene con una gamma di toni troppo ampia per essere registrata in un singolo scatto), fotocomposizione di panorami a partire da una serie di scatti, oppure riproduzione di effetti fotografici tradizionalmente ottenuti con filtri ottici. Tuttavia, oltre a un costo non trascurabile, Photoshop ha una serie di funzioni praticamente inutili per un fotografo, che lo rendono pesante e non proprio facile da usare.

Un interessante programma gratuito, anche se come Photoshop, un po’ complesso, è The Gimp. Sempre di Adobe, potresti usare Photoshop Elements, che a fronte di un costo non eccessivo ti mette a disposizione molte delle funzioni di Photoshop utili a elaborare le immagini. Programma interessante soprattutto per chi preferisce affidarsi agli automatismi, anziché assumere il controllo completo delle regolazioni. Se hai una fotocamera Canon puoi utilizzare i programmi che ti vengono forniti gratuitamente con la fotocamera, come ZoomBrowser EX e DigitalPhoto Professional, mentre se scatti con una Nikon puoi usare ViewNX2.

Infine, Adobe Lightroom è un programma per l’archiviazione e l’elaborazione delle foto specificamente pensato per i fotografi, non eccessivamente costoso, ben strutturato e potente senza essere troppo complicato. Un software che sta diventando sempre più diffuso sia tra i professionisti sia tra i fotoamatori e che vale la pena conoscere più a fondo.

 

Elaborare le foto con Adobe Lightroom 5

Rimandandoti agli articoli della sezione Come Fare, per una trattazione più approfondita dei seguenti argomenti:

  1. Come organizzare le foto sul computer (in preparazione)
  2. Come ritagliare una foto (in preparazione)
  3. Come correggere foto esposte male (in preparazione)
  4. Come migliorare i colori di una foto (in preparazione)
  5. Come aumentare la nitidezza (in preparazione)

Vediamo in breve come si dovrebbe svolgere il lavoro di elaborazione delle foto una volta scaricate sul computer.

Al fine di non ritrovarti tra poco tempo con un archivio fotografico enorme e soprattutto caotico, dove per trovare una specifica foto possono occorrere ore di estenuanti ricerche, la cosa migliore da fare è organizzare le foto che si scaricano di volta in volta dalla fotocamera, assegnando loro un nome che permetta un più facile ritrovamento. Per scoprire come farlo con Lightroom 5, leggi l’articolo (link 1).

elaborare le foto

Una volta importate le foto, nel modulo Libreria, di Lightroom, puoi applicare delle modifiche al volo usando i pannelli che si trovano sul lato destro dell’area di lavoro e precisamente l’Istogramma e Sviluppo rapido. Con il primo puoi vedere se la foto è esposta correttamente mentre nel secondo puoi intervenire su diversi parametri in modo veloce e semplice

elaborare le foto

Se la foto necessita di regolazioni più approfondite puoi passare nel modulo Sviluppo e intervenire sull’esposizione, sui colori, sulla nitidezza e sulla composizione, ritagliando o raddrizzando l’immagine (link 2,3,4e 5).

elaborare le foto

Una volta che hai finito di sistemare le tue foto, puoi predisporle per la stampa oppure puoi creare una galleria online da condividere con gli amici, andando nei moduli Stampa, oppure Web.

elaborare le foto

 

Partecipa anche tu

Hai delle domande o dei suggerimenti per i prossimi articoli di Reflex Facile? Scrivici usando il modulo qui sotto e cercheremo di rispondere a ogni richiesta.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Giorgio Fattori

Traduttore, redattore, fotografo freelance. Collabora con riviste specializzate nel settore della fotografia: Digital Photographer Italia; Digital camera Magazine; Canon Professional; Photo Professional Nikon edition; Professional Photoshop. Autore del manuale Fotografia digitale: Gli obiettivi e co-autore del manuale: Fotografare gli animali. Autore / fotografo Hoepli (Manuale di pesca a mosca) Traduttore Hoepli (La Bibbia di Photoshop CS4- Hoepli), Collaboratore de Il Trio per Magie sull'acqua (editore Hoepli)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *