Leggere le specifiche di un obiettivo per reflex Leggere le specifiche di un obiettivo per reflex

Se vuoi acquistare un obiettivo per la tua reflex, il primo aspetto cui puntare l’attenzione riguarda le specifiche. Le sigle che accompagnano le lenti sono difficili da comprendere se non se ne conoscono i significati. Sono però fondamentali per capirne le funzioni e le potenzialità, nonché per scegliere quello adatto alle tue esigenze. In primo luogo è bene chiarire un aspetto:le prime tre sigle rappresentano uno standard utilizzato da tutte le marche. Le coppie di lettere che seguono, invece, cambiano a seconda del produttore. Ogni sigla è quindi composta dai seguenti fattori:

Nome del produttore /Distanza Focale minimaDistanza focale massimaApertura massima a distanza focale minimaApertura massima a distanza focale massima / Sigle funzioni

Sigma 10-20mm f/4.5-5.6

Per fare un esempio pratico, volendo indicare un obiettivo super-grandangolare Sigma, leggerai:

Sigma /10-20mm / f/4-5.6 EX DC HSM

La distanza focale minima e massima indica il fattore di zoom disponibile. In questo caso, puoi andare da un minimo di 10 millimetri a un massimo di 20. I valori che seguono la lettera f/, invece, si riferiscono all’apertura massima del diaframma raggiungibile a 10 mm e a 20 mm. Per l’obiettivo preso in esame, avrai f/4 a 10 millimetri e f/5.6 a 20 millimetri.

EX indica la presenza di un obiettivo che sfrutta una serie di tecnologie ottiche capaci di restituire una maggiore nitidezza
DC indica che la lente in questione funziona solo su sensori di tipo APS-C utilizzati sulle fotocamere più comuni
HSM è l’acronimo di Hyper Sonic Motor e indica l’uso di una tecnologia particolare per la messa a fuoco veloce e precisa

Queste ultime tre sigle vengono utilizzate solo per gli obiettivi Sigma . Variano quindi per Nikon, Canon, Tamron e Tokina. Chiedi quindi al tuo negoziante di fiducia il loro significato.


Allo stesso modo, possiamo leggere le specifiche di un teleobiettivo di marca Nikon come il:

Nikon AF-S 70-300mm f/4.5-5.6 G ED VR

Nikon AF-S 70-300mm

In questo caso, dopo il produttore, compare la sigla AF-S che indica l’utilizzo di un motore autofocus a ultrasuoni che consente una messa a fuoco veloce e silenziosa. Come per il Sigma, abbiamo poi la distanza focale minima e massima, quindi 70 millimetri al minimo e 300 millimetri al massimo. Segue l’apertura massima del diaframma a 70 millimetri e a 300 mm.

G indica un’ottica non dotata della ghiera di controllo dei diaframmi e quindi che può essere utilizzata solo sulle reflex che sfruttano il controllo integrato di questo fattore
ED si riferisce alla qualità dei vetri utilizzati nell’ottica che riducono al minimo le aberrazioni cromatiche. In questo caso Extra-low Dispersion.
VR sta per Vibration Reduction e specifica la presenza dello stabilizzatore integrato, utile a ridurre le vibrazioni.

Come nel caso del Sigma, queste ultime tre sigle si differenziano in base al produttore.

 

Partecipa anche tu

Hai delle domande o dei suggerimenti per i prossimi articoli di Reflex Facile? Scrivici usando il modulo qui sotto e cercheremo di rispondere a ogni richiesta.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Simone Bergamini

Autore, traduttore e fotografo per passione. Ha collaborato con riviste del settore grafico/fotografico come "Professional Photoshop" e "Fotografia Facile". Collabora con le riviste ufficiali italiane di Nikon e Canon: "Nikon Photografy" e "Canon Professional Photo". Coautore / fotografo del manuale di fotografia "Fotografare gli animali", autore / fotografo del manuale "Fotografare al mare" (Sprea Editori). Fotografo del manuale "In azione con GoPro" (Heopli Editore)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *