I vincitori assoluti dei Sony World Photography Awards 2016 I vincitori assoluti dei Sony World Photography Awards 2016

La World Photography Organisation ha annunciato i vincitori assoluti dei Sony World Photography Awards 2016. Le opere finaliste e vincitrici saranno esposte dal 22 aprile all’8 maggio a Londra, presso la Somerset House.

La partecipazione quest’anno ha registrato un nuovo record, con 230.103 candidature. Tra tutte le foto in gara, la Giuria ha attribuito il primo premio assoluto ad Asghar Khamseh, che si aggiudica il titolo di Iris d’Or Fotografo dell’Anno.

L’opera vincitrice, “Fire of Hatred”, è costituita da vividi ritratti che catturano e mostrano le problematiche sociali legate alle aggressioni con l’acido. Insieme al titolo, Khamseh si è aggiudicato il premio di 25.000 $. Il titolo di Fotografo dell’Anno categoria Open, con un premio di 5.000 $, è andato invece al giapponese Kei Nomiyama.

 

Asghar Khamseh, Iris d’Or Fotografo dell’Anno

Nato a Teheran nel 1963, Asghar Khamseh lavora come fotoreporter per l’agenzia Mehr News (Iran), che si occupa di tematiche sociali.

La serie di scatti vincitrice, “Fire of Hatred”, è una raccolta di ritratti delle vittime di aggressioni con l’acido. Le immagini, splendide e provocatorie al tempo stesso, affrontano le problematiche sociali che derivano da questo violento crimine, guardando oltre i danni fisici e psicologici subiti e mettendo in luce il senso di colpa e la stigmatizzazione sociale subita dalle vittime, in gran parte donne e bambini.

 

Vincitori e finalisti della categoria professionisti

I vincitori delle sette categorie documentaristiche e delle sette categorie artistiche provengono da 10 diverse nazioni. Per la prima volta, un fotografo è stato in grado di vincere due categorie Professionisti nel corso della stessa edizione. I partecipanti sono stati valutati sulla base di un corpus di opere.

CATEGORIE ARTE

  • Vincitore categoria Architettura: Amélie Labourdette, Francia

2° posto: Hui Zhang, Cina / 3° posto: Stephan Zirwes, Germania

  • Vincitore categoria Fotografia spontanea (Candid): Kirstin Schmitt, Germania

2° posto: Nick Ng, Malesia / 3° posto: Andrea Rossato, Italia

  • Vincitore categoria Fotografia Concettuale: Julien Mauve, Francia

2° posto: Alejandro Beltran, Venezuela / 3° posto: Barbaros Kayan, Turchia

  • Vincitore categoria Paesaggio: Maroesjka Lavigne, Belgio

2° posto: Maoyuan Cui, Cina / 3° posto: Stefan Schlumpf, Svizzera

  • Vincitore categoria Ritratto: Marcello Bonfanti, Italia

2° posto: Fauzan Ijazah, Indonesia / 3° posto: Rubén Salgado Escudero, Spagna

  • Vincitore categoria Fotografia in posa (Staged): Alberto Alicata, Italia

2° posto: Cristina Vatielli, Italia / 3° posto: Kristoffer Eliassen, Norvegia

  • Vincitore categoria Natura morta: Francesco Amorosino, Italia

2° posto: Oliver Schwarzwald, Germania / 3° posto: Hiroshi Watanabe, Giappone

CATEGORIE DOCUMENTARIO

  • Vincitore categoria Campagne: Jetmir Idrizi, Kosovo

2° posto: David Chancellor, Regno Unito / 3° posto: Antoine Repessé, Francia

  • Vincitore categoria Storia Contemporanea (Contemporay issues): Asghar Khamseh, Iran

2° posto: Kevin Frayer, Canada / 3° posto: Simona Ghizzoni, Italia

  • Vincitore categoria Attualità (Current Affairs): Angelos Tzortzinis, Grecia

2° posto: Andrea e Magda, Italia e Francia / 3° posto: Andrew Burton, USA

  • Vincitore categoria Vita quotidiana: Espen Rasmussen, Norvegia

2° posto: Sandra Hoyn, Germania / 3° posto: Stephanie Sinclair, USA

  • Vincitore categoria Ambiente: Kevin Frayer, Canada

2° posto: Li Feng, Cina / 3° posto: Lucy Nicholson, Regno Unito

  • Vincitore categoria Persone: Kevin Frayer, Canada

2° posto: Filippo Venturi, Italia / 3° posto: Alessandro D’Angelo, Italia

  • Vincitore categoria Sport: Nikolai Linares, Danimarca

2° posto: Jens Juul, Danimarca / 3° posto: Annick Donkers, Belgio

 

Fotografo dell’anno, Concorso Open: Kei Nomiyama, Giappone

La giuria, guidata da Jael Marschner, ex Picture Editor di Time Out London / Sunday Times Travel, ha decretato la vittoria di “Enchanted Bamboo Forest” di Kei Nomiyama come miglior scatto singolo a livello mondiale. Durante la cerimonia di Londra, il fotografo ha ricevuto un premio di 5.000 $.

Professore Associato in Chimica ambientale presso la Ehime University in Giappone, Nomiyama è un appassionato di fotografia naturalistica e subacquea. Lo scatto vincente, ambientato nelle montagne dell’isola Shikoku, ritrae un particolare tipo di lucciola, la Luciola parvula, all’inizio della stagione delle piogge.

Nomiyama è stato scelto fra i 10 vincitori, annunciati il 29 marzo scorso, della categoria Open, una classe di concorso aperta a tutti e in cui i fotografi vengono giudicati sulla base di un solo scatto.

 

Andrea Fattori

Attivo nel mondo dell’editoria specializzata da 25 anni, ha diretto numerose riviste di informatica, tecnologia e fotografia, tra cui “Fotografia Facile” di Sprea Editori. Insieme a Sabrina Rossi, ha fondato la società di comunicazione Gruppo Orange, che con il marchio GO Digital (www.go-digital.it) si è specializzata in digital e social marketing. Per Reflex Facile si occupa soprattutto della gestione del sito e delle news.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *